lunedì 21 febbraio 2011

Ciambelline al vino con farina di saraceno

La merenda!!! è un momento di relax, di pausa, di fantasia (e certo! devi pur scegliere con ponderazione consa mangiare!)... eppure non la faccio quasi mai! Ho perso l'abitudine già credo alla scuola media, in prima superiore sicuramente non la facevo già più, forse perché pranzavo molto tardi e mi limitavo a bere del té verso le 18. Poi all'università in 3 anni e mezzo avrò trangugiato mille mila litri di té e tisane (sarebbe stato bello contarli!), ma rarissimamente mi veniva voglia di inzupparci qualcosa.. il té mi piace nature, perché sono un po' viziatella in questo campo e bevo solo quello molto buono e profumato (il mio preferito è il té indiano di Nilgiri).

Comunque, occasionalmente mi salta il birlo di accompagnare il canonico tazzone (quasi un vaso direi!) di té con qualcosa di buono.. ancora meglio se autoprodotto. Perciò questo momento è così eccezionalmente godurioso per me!

Quando ho iniziato a cucinare e pasticciare ho scoperto le ciambelline al vino bianco e le rifaccio spesso, questa volta però ho mixato la farina 00 con quella di grano saraceno.. il risultato è molto diverso dalle classiche ciambelline, ma buonissimo! Trovo il grano saraceno naturalmente dolce, un sapore unico e inconfondibile.. Ultimamente ho scoperto che in effetti il grano saraceno (apriti cielo!!) non è un cereale e, anzi, ha una marcia in più! Se avete voglia di farvi una cultuira sull'argomento, leggete qui sul buon vecchio wikipedia.
Buona merenda a tutti :)







CIAMBELLINE AL VINO CON FARINA DI GRANO SARACENO



150 g di farina 00
100 g di farina di grano saraceno
50 g di maizena
1 cucchiaio di bicarbonato
1 tazzina da caffé di olio di semi
1 tazzina e 1/2 di vino bianco secco (prosecco)
1 tazzina di zucchero di canna
1 pizzico di sale
semi di anice (se piacciono)


setacciare insieme le farine, il sale e il bicarbonato. Aggiungere i semi di anice. Fare una fontana sul piano di lavoro , creare il classico buco e iniziare a versare lo zucchero, l'olio e poi il vino. Se risultasse troppo asciutto aggiungere del vino, ma l'impasto deve essere piuttosto duro. Impastare per 10 minuti, poi formare dei salsicciotti dello spessore di un dito circa e tagliarli ogni 10 cm circa. Formare le ciambelline, senza premere troppo per chiuderle. passarle solo da un lato nello zucchero semolato e poi disporle a pancia in su su una placca da forno coperto di carta da forno. Cuocere a 180° per circa 15 minuti, quando iniziano a colorarsi togliere dal forno, ci mettono pochissimo a bruciacchiare!

3 commenti:

  1. mmmmmmmmm...che squisitezza!baci!!

    RispondiElimina
  2. Mi piace molto il grano saraceno... chissà se sostituendo la farina con quella di riso il risultato non cambia...

    RispondiElimina
  3. Buone queste ciambelline, io la mattina mi alzo un quarto d'ora prima apposta per fare colazione rilassato...anche se non ho nulla di autoprodotto. Baci e alla prox.

    RispondiElimina

Ogni commento è ben accetto: fatevi sotto!!