venerdì 24 agosto 2012

Panna cotta vegan con pesche e zafferano

..scaraventata di nuovo nel mondo del lavoro interinale, conservo un dolcissimo ricordo della Camargue!! Anche se per soli 4 giorni, ho davvero fatto il pieno di colori, odori, sapori, vento salmastro, sabbia tra le dita, sole sole e sole (anche troppo quest'anno, mi hanno detto)!
Enogastronomicamente parlando, siamo stati da dio!! E chi se lo immaginava che il piatto tipico fosse la paella, accompagnata da ottima sangria??! Ovviamente io ho ripiegato fantasticamente su altro, tipo fragranti caldi croissant alle mandorle, baguette, insalate al roquefort... e soprattutto sull'ottimo vino rosé locale.
Una piacevolissima sorpresa anche dal punto di vista gastronomico, che per me è imprescindibile in una vacanza come si deve :)

Dato che la Camargue abbonda di albicocche e pesche, vi propongo questo dessert al cucchiaio gustosissimo e vi lascio con un ricordo di questa magnifica regione



PANNA COTTA VEGAN ALLE PESCHE E ZAFFERANO



Per due porzioni:
200 ml di panna vegetale
1 pescanoce bio
1 cucchiaino da caffè di zafferano marocchino in pistilli
½ bicchiere di latte di soia
1 cucchiaio da minestra di zucchero (oppure di malto)
1 pezzo di scorza di limone bio
1 cucchiaino abbondante di agar agar

Scaldare il latte e lasciarvi in infusione lo zafferano per almeno 10 minuti, a fuoco spento. Nel frattempo tagliare la pescanoce grossolanamente, lasciando la buccia (è bio!). Filtrare il latte e aggiungerlo alla panna, rimettere sul fuoco con la scorza di limone e portare quasi a ebollizione. Inserire lo zucchero e l’agar agar, lasciar sobbollire per 4-5 minuti. Spegnere il fuoco, eliminare la scorza, inserire i pezzettini di pesca e frullare tutto. Rimettere sul fuoco per altri 2 minuti, controllando sempre che non faccia le bolle e mescolando spesso. Versare in stampi freddi, in silicone, ceramica o alluminio (in questo caso bagnarli con acqua fredda prima) e lasciar freddare a temperatura ambiente (anche se in questi giorni è un po’ sopra la media mi pare!). Riporre in frigo per almeno un paio d’ore. 












Camargue, 2012


 




















4 commenti:

  1. Bella questa versione vegana, complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. ottima ricetta, brava!da oggi ti seguo( appena iscritta) ti va di ricambiare? grazie ti aspetto, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara! certo, però purtroppo non uso google+, non riesco a seguire tutti i social network :( ...è già un'impresa trovare il tempo per il blog! non hai una pagina fb magari? grazie della visita!

      Elimina
  3. Spettacolo questa panna cotta!!!!

    RispondiElimina

Ogni commento è ben accetto: fatevi sotto!!