venerdì 3 gennaio 2014

Vin brulé bianco al moscato d'Asti... un momento di relax!

Vacanze??? Ma quali vacanze, i pochi momenti liberi in cui potrei godermi la casa, i miei coinquiMici e anche il marito che è in ferie, li ho trascorsi ai fornelli... manco fossi un apprendista-secondo-aiuto-sguattero che le feste non se le sogna nemmeno più!

Ovviamente mi piace cucinare, adoro cucinare per gli altri e -cacchio!- lo sto facendo di brutto in questo periodo. Solo che vorrei sapere se questo sbattimento, per dirla alla milanèss, porterà a qualcosa, o se mi devo dare pace una volta per tutte e considerarlo un bellissimo hobby e niente più.
Fatto sta che... sono stanca. La mattina impiegata comunale, il pomeriggio in giro per supermercati e ortofrutta e fino a sera giù a impastare, bollire e spadellare e devo dire che -AHI! Scottature a parte...- in cambio ho sempre ottenuto grandi sorrisi e occhi luccicanti.. che bellezza!!

Ma anche se sono contenta di "lavorare" (o perlomeno darmi da fare...), un pochino di relax in queste feste a montagne russe, me lo meriterò pure io?! Così mi sono presa la serata di ieri per me, o meglio per noi, dopo un intensissima giornata di cucina -e mezzora di pilates per rimettere in sesto la schiena!
Una serata all'insegna di cartoni animati (in particolare mi sono vista Mulan, un cartone che adoro!!), vin brulé bianco speziato fumante e biscottini di pasta madre appena sfornati... e ovviamente una coperta, Tofu raggomitolato sulla pancia e Merlino che si accolla il dolce peso di entrambi (e Tofu e diventato un bel torello eh!): per quest'anno, non potrei chiedere nulla di più!


Auguro a tutti di trovare il proprio angolino di serenità per quast'anno... almeno una volta ogni tanto ;)






Vin brulé bianco (con Moscato d'Asti)

per due tazze

300 ml di moscato d'Asti
100 ml di succo di mela bio
scorza di 1/2 arancia bio
un pezzo di zenzero fresco
2 baccelli di cardamomo verde
2 chiodi di garofano
stecca di cannella SDS Spezie







Lasciare le spezie e la scorza d'arancia in infusione nel vino per almeno un'ora.
Portare ad ebollizione e abbassare il fuoco, facendo sobbollire per 5 minuti. Spegnere e lasciare coperto per qualche minuto. Filtrare con un colino e gustare caldo.
La dolcezza del moscato e del succo di mela permette di omettere del tutto il miele o lo zucchero.




Per accompagnare, consiglio dei biscotti integrali, magari con uvetta o frutta secca. Io ho preparato dei biscottini semplicissimi con pasta madre, farina semintegrale, miele, uvetta e mandorle. Appena sfornati, subito divorati!


8 commenti:

  1. Una delizia per i sensi! Davvero un premio dopo tutto il lavoro ai fornelli!
    Buon Anno e buona Epifania!
    MARI

    RispondiElimina
  2. capisco molto bene quello che vuoi dire sull'argomento cucina.ma credo che già apprezzamenti e sorrisi siano una bella riconoscenza!ti auguro un anno pieno di soddisfazioni.il pilates lo pratico anch'io e la mia schiena è migliorata di brutto da quando ho iniziato un anno fa.

    RispondiElimina
  3. o mamma...volevo dire un bel riconoscimento.sono stanca.uff

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhuh ma vale si capiva :))) dai buon riposo, fatti un bel vin brulé e vedrai che bel sonno dopo :D bacioni

      Elimina
  4. Che delizia!
    Felice l' anno nuovo,carina!
    Bacioni da Grecia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a te!!! amica della terra dei miti ;) baci

      Elimina
  5. mi piace molto il tuo post, arrivo zigzagando nella blogosfera e rimango tra i tuoi followers buon anno e al prossimo post ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Enrica :) corro a visitare il tuo angolino virtuale ;) a presto!

      Elimina

Ogni commento è ben accetto: fatevi sotto!!