lunedì 3 giugno 2013

Un taboulé speciale e piccole grandi soddisfazioni

Sono sempre imbarazzata quando mi fanno un complimento. Anche solo per dirmi che sto bene con i capelli corti, o che apprezzano la mia collana.
Effetti esantematici dell'imbarazzo: macchie bordeaux che compaiono alla base del collo, fino a invadere mento, guance e orecchie, accompagnate da prurito e vampate di calore. Infine, occhi lucidi e rossi, balbettio e risatine nervose.
Insomma, un'oratrice nata.

...figuariamocipoi quando si parla di cucina!!


Mi è capitata l'occasione di occuparmi di un catering, durante la conferenza stampa del grande evento culturale che siamo organizzando nel mio paese (se vi interessa l'arte contemporanea, dovete per forza fare un salto: www.lavocedelcorpo.it ).
Manco a dirlo, siamo tutti volontari, senza finanziamenti pubblici; perfino gli artisti, di fama nazionale e internazionale, vengono gratuitamente per condividere altissimi intenti comuni.




Dobbiamo però fare un piccolo sforzo per la stampa, che sarà la nostra cassa di risonanza per il successo dell'evento.. che fare?? Che fare, con pochi spiccioli in cassa, per 35 persone?? Armarsi di buona volontà e bei propositi.
Spremute le meningi, sudato dietro ai fornelli, pazientato, assaggiato, corretto, riprovato... Fra corse dell'ultimo momento al supermercato e aiuti provvidenziali dall'alto di persone fantastiche, qualcosa abbiamo messo insieme.

Dopo la conferenza stampa, il rinfresco.




L'attesa, il primo boccone, lo studio delle prime reazioni, gli interrogativi che echeggiano tetri nella testolina, senza risposta...
E poi arrivano anche loro: i complimenti, le strette di mano, gli sguardi incuriositi, i sorrisi e le bocche piene..




..e da parte mia, un enorme mastodontico imbarazzo, che pian piano lascia spazio a un sentimento più grande, che si allarga qui, in mezzo allo stomaco, come un mare placido e rassicurante: soddisfazione? serenità? consapevolezza?
..chissà.
So solo che mi sono sentita bene.




A tutti quelli che mi hanno aiutato, senza chiedere nulla in cambio, dedico il mio taboulé agrodolce.




 

Taboulé agrodolce

Per 35 mono-porzioni:

500 g di cous cous medio
3 peperoni (rosso, giallo e verde)
1 grossa cipolla rossa
un bel mazzo di rucola
200 g di uvetta
250 g di ceci lessati

sale
3-4 cucchiai d'olio

Per la vinaigrette:
2 cucchiai di senape di Digione
il succo di 2 limoni
150 g di aceto di vino bianco
1 cucchaino di sale
olio q.b.


Ho scoperto un nuovo metodo di non-cottura, ideale se non avete troppa fretta: l'ammollo.
Ovviamente funziona se si tratta di cous cous precotto (come quasi tutti quelli in commercio), il quale non ha bisogno di essere ulteriormente scaldato, ma solo reidratato. A maggior ragione se poi va servito freddo.

Versare il cous cous in una ciotola di vetro o ceramica molto capiente, versare l'olio e il sale e sgranare bene con le mani, per distribuirli uniformemente. Versare l'acqua fredda e coprire con pellicola o coperchio, per almeno mezzora. Il rapporto di cous cous-acqua è di 1:1. Se dopo mezzora il cous cous è ancora molto duro, aggiungere altri 100 ml di acqua e chiudere di nuovo. Il risultato sarà eccellente: bello sgranato, sodo e saporito.

Pulire le verdure e cuocerle al forno o al vapore, tranne la rucola ovviamente (io ho sfruttato la cottura dei ceci per cuocere a vapore), poi tagliarle in cubetti piccolissimi.

Preparare la vinaigrette, emulsionando prima aceto e senape con un pizzico di sale (se usate la senape dolce, aggiungete il pepe), poi aggiungendo a filo dell'olio extravergine d'oliva mentre si frulla al minipimmer per qualche secondo. Assaggiare per aggiustare l'acidità che deve essere ben bilanciata dall'olio.

Una volta freddate le verdure, unire tutto insieme con l'uvetta, precedentemente ammollata in acqua tiepida e ben strizzata, e la rucola, spezzettata con le mani.
Condire con la vinaigrette e servire a temperatura ambiente.
Si conserva in frigorifero per 24 ore.


Accompagnamento ideale: un buon vino bianco del nord italia, profumato e leggermente frizzante.



17 commenti:

  1. Gioisco per queste soddisfazioni! E adoro chi sa stupirsi per le cose belle e diventa rossa, rivelando sensibilità... :-)

    RispondiElimina
  2. Pata lasciatelo dire: sono proprio STRA*ORGOGLIOSA di te!!!
    Viva il tuo taboulé e tutto il tavolo apparecchiato a festa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vabbeh cesca non farmi commuovere mooooo' :°°)

      Elimina
  3. Complimenti per tutto cara! SIamo in due ad aver paura dei complimenti..;)
    Un bacione e buona giornata!!!

    RispondiElimina
  4. Oh guarda, io sono esattamente uguale! M'imbarazzo e tante volte, anche se sarebbe molto più facile, dire un semplice "grazie" mi sembra un'impresa mastodontica.
    Non che ti voglia mettere in imbarazzo nuovamente, ma qui i complimenti son d'obbligo, brava brava brava, una bellissima tavola allegra e gustosa :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per te arrossisco il doppio, perchè sei braverrima!!!!! bacetti

      Elimina
  5. splendido buffet, bravissima! non sapevo che il cous cous non ha bisogno di cottura, la prossima volta lo provo a preparare seguendo la tua ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sisi anche per me è stata una scoperta!! ma com'è andato il blog raduno ieri?? alla fine non ce l'ho fatta, sono bloccata qui tutti i weekend :(((

      Elimina
  6. Anche io mi imbarazzo tantissimo davanti ai complimenti che mi sembrano sempre eccessivi in confronto a quel che faccio :)))))
    Però i complimenti li meriti proprio per quel bel buffet!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie carissima :) sarebbe stata bella una collaborazione con le tue creazioni eco-friendly per l'allestimento!

      Elimina
  7. Che meraviglia, bravissima!!! ^_^

    RispondiElimina
  8. Ciao cara, bello il tuo buffet!! Complimenti!!
    Interessante il cous cous, lo proverò sicuramente visto che da me va via come l'acqua: anche topino ne va matto!!
    Un abbraccio grande, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che meraviglia, anche lui lo adora?!? magari l'avessero dato a me alla sua età, al posto di quei cavolo di capelli d'angelo che ora detesto! :)

      Elimina
  9. complimenti per l'organizzazione cara, quante cose buone!!!!

    RispondiElimina

Ogni commento è ben accetto: fatevi sotto!!