venerdì 8 marzo 2013

Barbabietola marinata allo zenzero "incavolata"

Don't call it millefoglie, please!! 

Il motivo è che io ODIO qualsiasi preparazione, dolce o salata, chiamata millefoglie.
Ma proprio a prescindere! Le rare volte in cui mi trovo a mangiare una cosa del genere è sempre un disastro..
Va bene che adesso va di moda il CONTRASTO - morbido/croccante, caldo/freddo, dolce/salato, grasso/sgrasso etc etc.. etc.......... Ma qualcuno mi fa ripetizioni sulla modalità di porzionamento di un millfoglie con forchetta e coltello, finalizzato al singolo boccone?? Al di là della presentazione fashion, della maestria con cui lo chef impila sapientemente pappette e cialdine in una torretta infinita; al di là della qualità dei prodotti e al di là dell'equilibrio impeccabile di sapori............ alla fine mi trovo sempre a raccogliere le briciole della parte croccante con forchetta e coltello, e a mangiare la parte morbida con il cucchiaio! E manco mi interessa più se sto mangiando mousse di aragosta con polvere d'oro (per dire) con cialda di parmigiano super riserva al tartufo, occhessoio!

Detto questo, IO preparo cose a strati. Mi capita.
Ma in genere (smentitemi pure se trovate qualche scheletro nel blog!) sono facili da tagliare, anche con la forchetta. Forse col grissino no, ecco. Ma almeno uno si mangia un boccono con dentro tutto, senza far crollare la torre di Pisa!

Che arguta filosofia, eh?!

Barbabietola marinata allo zenzero "incavolata"

Barbabietola marinata allo zenzero "incavolata" 
(con mousse di cavolfiore e sesamo)

1 barbabietola cotta a vapore e privata della buccia

Per la marinata:
1 pezzo di zenzero fresco grattugiato
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaio di acidulato di umeboshi
succo di 1/2 limone
1-2 cucchiai di olio di sesamo

Per la mousse di cavolfiore:
1/2 cavolfiore cotto a vapore, compresi gambi e foglie
1 cucchiaio di tahin
1 cucchiaio di yogurt di soia
una punta di aglio
qualche goccia di succo di limone
sale e pepe


Affettare la barbabietola per ricvarne dei dischi sottili circa 3 mm. Preparare la marinata emulsionando insieme gli ingredienti e immergervi le fette. Lasciare riposare mezzoretta.
Nel frattempo preparare la mousse: frullare al minipimmer tutti gli ingredienti, lasciando per ultimo lo yogurt, per poter regolare la giusta consistenza. Se necessario aggiungerne dell'altro.

Impiattare alternado gli strati di barbabietola, leggermente scolata, con la cremina ottenuta, decorando con semi di sesamo (e alla fine l'ho messa, la parte croccante!).



Barbabietola marinata allo zenzero "incavolata"


Certo, seguendo il trend del momento, questo piatto andrebbe "coppato" e servito con forme a parallelepipedo svettanti sull'insalatina, che sono trooooppo chic!!!!!!!!!!
...E che ci facciamo con gi scarti della barbabietola? Che si buttano via?? :)


8 commenti:

  1. wow, davvero sfiziosa questa ricetta! mi piace!

    RispondiElimina
  2. Ahahahah io la chiamo millefoglie senza problemi però hai proprio ragione a dire che è sempre difficile mangiarla!! Anche se... la tua me la mangerei in un sol boccone :-) Ciaooo

    RispondiElimina
  3. bella la tua barbabietola e la tua ironia !Buon WE!

    RispondiElimina
  4. C'è un premio per te sul mio blog!
    Passa a ritirarlo!

    http://nonmicibodamore.blogspot.com/2013/03/versatile-blogger-award.html

    RispondiElimina
  5. La prima foto sembra un quadro ad acquarello :)

    RispondiElimina
  6. Davvero originale, da provare, grazie!!!!!

    RispondiElimina
  7. Viva le ricette originali, questa è molto creativa... :-)

    RispondiElimina

Ogni commento è ben accetto: fatevi sotto!!