martedì 10 gennaio 2012

Budino alle mandorle con sciroppo alla liquirizia

Finalmente FERIE!!!!!! 
...ebbene sì, mentre tutto il mondo lunedì 9 gennaio riprende il sacro rito sveglia-treno/auto-ufficio/fabbrica-schiscetta-palestra[e chi più ne ha più ne metta], IO mi godo qualche giorno di relax dopo lo stress natalizio... e vi dico che è necessario riposare la mente e il corpo dopo una tirata unica fra panettoni,veneziane, cesti natalizi, cammelli e biscotti di Natale! Quest'anno non mi sono state risparmiate nemmeno poche ore di festa: Natale, S. Stefano, 31,1 ed Epifania... tutte dietro il banco :( è stato triste vivere le feste natalizie con l'ansia e l'attesa del post-feste, soprattutto quest'anno, che è il mio primo Natale fuori casa.. 
però sono sopravvissuta! Ho già un bel programmino per questi 3 giorni -quanti!!- di ferie: oltre al relax, all'economia domestica e alle spese per la casa, andrò a Milano a fare un bel giro per mostre (ce n'è una bellissima del Puskin a Brera, se capitate da quelle parti!).
Ma parlando di cucina, ieri, nel primo giorno di libertà, ho subito sperimentato questo dolcetto per la cena con due nostri cari amici. Oddio, non è tutto farina del mio sacco, perché per il budino ho usato un preparato che ho acquistato alla Biobottega (ottimo davvero!), però vi spiego come l'ho composto:


BUDINO ALLA MANDORLA CON SCIROPPO ALLA LIQUIRIZIA




Per 4 stampinni (con poco avanzo):
500 ml di latte di soia (o altro vegetale o animale)
1 cucchiaio di miele chiaro
avanzi di pandoro (oppure pandispagna o semplicemente pane)
2 cucchiai di limoncello
1 cucchiai0 di zucchero
acqua q.b.

per lo sciroppo alla liquirizia (sufficiente per 4-5 dolcetti):
1 cucchiaino di liquirizia in polvere
2 cucchiai di zucchero semolato
acqua (circa il doppio del volume dello zucchero)
la punta di un cucchiaio di agar agar
un pezzettino di scorza di limone


Preparare subito lo sciroppo, così avrà il tempo di rapprendersi: miscelare la liquirizia e lo zucchero, aggiungere acqua e sbattere per eliminare grumi.Portare a bollore aggiungendo la scorzetta di limone e l'agar agar. Bollire per circa 10 minuti, rimuovere il limone e poi trasferire in una bottiglietta di vetro sterilizzata.

Tagliare dei quadratini di pandoro (o altro "pane") della grandezza della base dei pirottini o stampini che andrete a utilizzare.preparate la bagna mescolando zucchero, acqua e limoncello. Inzuppare il pandoro e tenere da parte a scolare leggermente.

Versare in un pentolino il contenuto della busta con poco latte, sbattere con la frusta per sciogliere i grumi. mettere sul fuoco con il latte restante e portare a bollore. Dolcificare con miele, zucchero o altro dolcificante. Abbassare la fiamma e lasciar bollire 1-2 minuti, perché si rapprende molto velocemente.

Io ho usato i pirottini di alluminio classici per le monoporzioni, quindi li ho bagnati con acqua fredda prima di versare il budino caldo perché altrimenti si appiccica troppo; poi ho versato il budino in ciascuno dei quattro pirottini, lasciando circa un cm dall'orlo. Infine ho chiuso con il pandoro facendo una leggera pressione e ho lasciato freddare avvolto in una pellicola. Ho tenuto il tutto in frigorifero per un paio d'ore. 
Il dessert viene servito cosparso da un meraviglioso sciroppo alla liquirizia superprofumato!

Il budino è buonissimo, gli ingredienti sono semplicie biologici, non è dolcificato con nessun agente chimico (infatti va inserito miele o altro dolcificante) e contiene mandorlle in pezzi,croccanti e piacevolissime in bocca!

Volendo si può anche versare lo sciroppo direttamente sul fondo del bicchierino prima di versarvi il budino, come per il creme caramel, ma dato che nel mio c'è l'agar agar si sarebbe rappreso come un altro budino.. Credo che valga la pena provare senza alga, dovrebbe riuscire benissimo.




Vi auguro una dolce ripresa.... 
e a me buone ferie!!!  :)))




4 commenti:

  1. Buonissimo!!!! posso confermarlo! (anche se sono di parte)

    RispondiElimina
  2. Ti credo a prescindere...ciao.

    RispondiElimina
  3. Ma che buono questo dolcetto!!!! E buone ferie!!!! Beata te.....io sono praticamente 4 anni (da quando è nato il mio primo figlio) che non ho una giornata libera tutta x me!!!!

    RispondiElimina
  4. Ma daiiiii ...la liquirizia.... O_O...pazzesco ...slurp!

    RispondiElimina

Ogni commento è ben accetto: fatevi sotto!!